Giovani Speranze

E uomini di provate Virtù

Saverio Madrigali da news.mtv.it

Giovani speranze in cerca di gloria. Procedono i lavori, allo stadio e nell’allestimento della compagine per il prossimo Campionato di serie B. Con il Robbiano Piola siamo fiduciosi che, pioggia o sole, si finirà in tempo utile per una Stagione che potrebbe vedere l’avvio ritardato dalla definizione dei delitti e delle pene relative al calcio scommesse. Quanto alla squadra, continuano a formalizzarsi le voci già pubblicate nei giorni precedenti, in qualche caso nelle settimane degli antefatti costituiti da indiscrezioni, sogni e mere proiezioni di fattibilità. Non avevo neppure messo in conto che Umbertino Germano non si sarebbe fermato a Vercelli, anche in presenza di offerte da altre piazze, vie o viali. Lo stesso ritornello vale per Mattia Sprocati, con il passare dei mesi ha dimostrato il suo valore e ricomporrà il trio delle meraviglie del proficuo vivaio reggiano, insieme a Bani ed Ardizzone. Si parla di Alex Redolfi, aitante centrale difensivo che ha recentemente militato nel Pontedera ma è di proprietà dell’Atalanta, 21 anni di speranze. Pontedera non solo fatale ma anche fucina di futuribili giocatori della Pro se anche Saverio Madrigali, classe ’95 e pare fortissimo, centrale difensivo di proprietà della Fiorentina dove un tempo fu capitano degli Allievi Nazionali ma in prestito recente proprio a Pontedera, 21 partite e una rete, anche lui protagonista, durante l’infortunio, del reality Giovani Speranze anche lui reduce – ma nel 2012 – da un infortunio al legamento crociato del ginocchio – viene ora avvicinato ai Leoni. Rispetto all’anno scorso e al momento, si punta sui giovani in corsa, calciatori che han fatto bene in Lega Pro e dovrebbero proseguire (o riprendere in modo continuo nel caso di Alessio Esposito dopo il grave infortunio del 2103, legamento crociato) l’onda dirompente della loro scalata ai massimi livelli calcistici. Nel recente passato si era puntato su calciatori già esperti che provenivano da Stagioni d’impiego limitato, ripenso a Castiglia e Ronaldo, Di Roberto, lo stesso purosangue di ritorno Daniele Ragatzu, in minor misura Momo Coly che comunque aveva disputato 28 gare nel Cittadella. I giovani erano arrivati anche l’anno scorso, il loro impiego è stato condizionato e razionato, per esempio, dalla presenza di colossi – Liviero per Scaglia – o da fasi alterne di forma, Niccolò Belloni. Ora si preferisce seguire, a ragione, il modello Perugia, Società che nel torneo trascorso ha incassato dalla valorizzazione dei giovani più di un milione e mezzo di euro da chi glieli ha imprestati con premio di crescita, maturazione e minutaggio. Ragionamento più che sensato ma resta il fatto che s’impone, in ogni caso, qualche integrazione d’esperienza sul finale del mercato, quando forse i prezzi saranno un poco più bassi e i giocatori motivati a venire, non così spinti come pare – potrebbe non essere così ma il ragazzo dovrà pur trovare una sistemazione in B nella sua progressione di carriera – per Nocchi, 24 anni , accostato insistentemente alla Pro, portiere che ha disputato nel complesso 24 gare in Lega Pro con 25 palle raccolte in fondo al sacco, 36 partite in serie B e 49 reti subite. Nel campionato giocato – si fa per dire – a La Spezia è stato numero in Coppa Italia – ad agosto 2014 –   contro il Lecce e poi bon. Nocchi giocò il 6 agosto 2012 al Robbiano Piola contro la Pro, quando perdemmo 4 a 1, nell’infausta stagione della retrocessione. Riaffermare che Danilo Russo potrebbe essere in partenza mi pare la reiterazione d’un idea già espressa da tempo. Ah, per inciso, non sarebbe stato male avere Federico Mattiello a Vercelli per la parte restante di recupero dall’infortunio e campionato di B. Mattiello ritornerà al Chievo, dove già l’aveva girato in prestito la Juve e dove si era fatto male.

Paolo d’Abramo

http://www.vercelliweb.tv/i-lavori-al-piola/

I tifosi che hanno organizzato l’ormai nota raccolta fondi denominata “Un contributo per ingrandire il Piola” comunicano che la stessa è terminata ieri sera, senza alcuna proroga onde evitare problemi circa la consegna del donato.

I passi adesso sono i seguenti, il tutto sarà reso noto nei prossimi giorni con appositi comunicati stampa.

1)      Conteggio e verifica definitiva del donato (si può già dire che si sono superati i 4.000,00    Euro), con consegna delle donazioni ricevute dai 4 punti di raccolta all’Avv. Carlo Biancheri;

2)      Elenco dei donatori che verrà reso noto agli organi di stampa (salvo chi ha chiesto l’anonimato) e che sarà poi esposto in una locandina all’interno dello stadio come da accordi con la Società;

3)      Consegna al Presidente della F.C. Pro Vercelli 1892, da farsi entro Venerdì Luglio 2015 salvo impegni dello stesso.

Un grazie a tutti quelli che hanno partecipato, un grazie ai 4 punti di raccolta, ovvero il negozio D-Lab di Via Vittorio Veneto, Mosca Arredo Ufficio di Corso Marcello Prestinari, A.s.d. Pro Vercelli Tennis di Corso Marcello Rigola e Studio Balbis sito in via Goffredo Mameli.

Alessandro Balbis a nome di tutti gli organizzatori.