Elia Legati: “Bella prova di solidità e maturità, non dobbiamo mollare”

Elia Legati, foto Umile

Dopo il pari per uno a uno a La Spezia, conferenza Stampa di Elia Legati, mercoledì 16 settembre : “Fino ad ora tutto bene, soprattutto per la squadra. Abbiamo disputato due buone partite, nella prima in casa abbiamo vinto una partita che si poteva pareggiare e sabato avremmo potuto anche perdere contro lo Spezia che è un’ottima squadra. Ed invece abbiamo pareggiato. Abbiamo dato una bella prova di solidità e maturità. In questo campionato si deve saper soffrire, siamo stati bravi a farlo insieme fino ad ora e non dobbiamo mollare, a prescindere da quanto fatto. Le squadre che sono state costruite per vincere hanno qualità, altre costruite per salvarsi sopperiscono ad una qualità talvolta inferiore con tanta corsa. Il campionato di B è molto difficile, non c’è mai un risultato scontato. In serie A, chi ha molta più qualità delle altre riesce quasi sempre ad avere la meglio“. Sintetico, erba? chiede l’Umile. “Su questi sintetico fino ad ora non avevo mai giocato, ho sentito parlare di quel che può essere la difficoltà, dopo aver preso l’abitudine al sintetico,  a giocare  su terreni naturali pesanti per struttura o per pioggia. Ma, per esempio, con lo Spezia abbiamo giocato su un terreno che è sintetico di ultima generazione ma l’impressione è di giocare su un terreno con erba naturale. In ogni caso, sono le due facce della medaglia, in casa per noi può essere un vantaggio. Sull’azione del goal preso domenica dobbiamo ancora vedere, analizzare l’azione. Certo è che Situm ha fatto un gran bel tiro, io l’ho visto partire, il pallone, e con la velocità che prendono i palloni con cui si gioca, li vedi partire e arrivare quasi in simultanea“.

Paolo d’Abramo

Oggi c’è anche il pezzo sottostante! 

http://aleprovercelli.it/2015/09/faustinho-e-i-suoi-amici/