Appello e voluptas

Video da brividi

da http://www.dumsinandi.com/2PIEMONTE/VERCELLI/cuntribusion/celti/icelti.html

Appello e voluptas. Ricevo, volentieri pubblico, molto volentieri “Carissimo Paolo ti contatto per chiederti di fare un appello alla Società ed a Moreno (speaker). Sarebbe magnifico che sabato all’ingresso delle squadre fosse trasmesso “O’ Signur” e che tutto il Robbiano lo cantasse. Darebbe al pubblico ed ai giocatori un grande senso di appartenenza e sarebbe un unico cuore a battere, un cuore Bianco, un cuore Leone! Scusami se ti disturbo per tale ragione ma so che sei la persona giusta con la giusta sensibilità per cogliere ciò che per ogni vero vercellese rappresenta la melodia e le parole di O’ Signur, qualcosa che ti fa battere il cuore forte e ti riga gli occhi d’amore per la nostra meravigliosa Città e par la Nosa Pro! Grazie Paolo, un caro saluto“. È un piacere anzi un dovere render pubblico l’appello del mio amico che non indico e per la gara che sarà diretta da Aureliano di Bologna, uno dei migliori arbitri della categoria. Mentre Gigi Cagni, mister del Brescia avversario sabato pomeriggio della Pro, afferma con vigore che le prossime due gare – e ultime della Stagione – non possono essere sbagliate o giocate male dai suoi uomini, e vanno ad esaurirsi le ultime centinaia di biglietti, mentre i Leoni sono carichi e di sicuro non sbaglieranno la gara, il cielo bigio, cupo e novembrino non abbattono la nostra voluptas, voluttà di partecipare da coprotagonisti alla partita di sabato, un piacere intenso, emozione di alto spirito che solo la nostra Amata Pro ci sa dare. Volontà d’affermazione, in concreto, piacere ed emozione di viverla, per confermare il senso di appartenenza, l’Amore. Giovedì, venerdì, sabato, un laico triduo e durante il silenzio. Nulla da aggiungere in questa lunga vigilia che sa di umido, muschio e fango, fango che non c’è più sulla pelouse sintetica, passeggiata in un fitto bosco mentre s’intravede la luce, sopra e davanti a noi. Il gallo del Sant’Andrea e il Leone. Le parole di circostanza, le curiosità  sugli assenti e i presenti in campo, sì, sono presunte esigenze di servizio, inutili obblighi per riempire gli spazi, ossimori di fronte ai veri doveri come per i giocatori Leoni –  e non importa chi scenderà in campo – il Dovere sarà quello di sputare l’Anima mentre, per gli Innamorati, l’obbligo di sospingere alla Vittoria i nostri. E basta così, il resto non conta. Al Robbiano meglio che a Genova, all’Anfield Road, siamo a Forza Pro! Sotto, alcuni video – non ne ho trovati di meno recenti con Cesare Filippone – da ascoltare e guardare, imparare le parole, commuoversi, emozionarsi nel piacere dell’attesa e fino all’inizio di Pro vs Brescia, sabato pomeriggio, Robbiano Piola, ore 15. Video appunto, si parte dal rugby e dal fiore di Scozia, il cardo, per arrivare a Vercelli. Con le stesse facce incattivite degli Scozzesi contro gli Inglesi, incattivite ma, nel nostro caso, vincenti.

Paolo d’Abramo