Pro Vercelli vs Cesena, le interviste del dopogara

2.260 spettatori , 1.616 abbonati, 14.800 euro l'incasso

Pro Vercelli vs Cesena, le interviste del dopogara dopo il 5 a 2 per i Bianchi.

Massimo Secondo:”Abbiamo rimontato due volte con un attentato alle coronarie di tutti, poi siamo riusciti ad amministrare. I ragazzi si sono meritati la vittoria e questo ci fornisce una grande forza per sndare avanti ma dobbiamo continuare a pedalare, servono altre 4 vittorie e cinque pareggi per giocarci tutto nel Ritorno. Incomincia a vedersi il gioco del mister, abbiamo creato tanto, dobbiamo migliorare la fase difensiva, abbiamo subito due goal su due ripartenze, lavorando da un cinque a due si lavora meglio, era da tre partite che ci meritavamo la vittoria con Brescia, Salernitana e Palermo. Oggi ci siamo rifatti con gli interessi anche se ci attendono partite piuttosto complicate ma la serie B è questa. La fase difensiva parte dagli attaccanti. Grande soddisfazione e grande speranza di tirarci fuori, questa squadra se la gioca serenamente con 10-12 formazioni, altre 7-8 sono più forti di noi. Siamo tra le prime 3-4 squadre del campionato per il possesso palla, dobbiamo migliorare la fase difensiva. La B è una categoria particolare, ho visto altre squadre con qualche punto più di noi ma non le ho viste giocare a calcio, se miglioriamo la fase difensiva possiamo mettere in difficoltà chiunque. Tutti bravi, Vives non lo scopro oggi, semplicemente ha avuto la sfortuna di avere un infortunio ad inizio preparazione, è normale che arrivi dopo gli altri sul piano fisico”.

Gianluca Grassadonia:”Abbiamo perso qualche anno di vita con questa partita, noi abbiamo il dovere di trasmettere serenità e tranquillità, sempre. Vengono fuori le qualità di questo gruppo che sta crescendo sempre di più. Martedì riprenderemo per correggere gli errori che ci sono stati. L’errore clamoroso è stato nel se ondo tempo quando abbiamo fatto presentare la loro pubta centrale davanti al portiere. Sul primo goal ha sbagliato Bifulco che diveva buttare via la palla, sul secondo è stato un infortunio di Legati che è rimasto impiantato nel terreno. Nell’intervallo ho spiegato che non eravamo messi bene nella fase di possesso palla. Stiamo giocando in apnea, consumiamo molte energie nervose, questa è una piccola boccata di ossigeno. Da difensore quando prendevo goal andavo su tutte le furie, oggi abbiamo regalato sui due goal presi. Nel primo tempo non riuscivamo a scalare, eravsmo troppo piatti, non davamo la giusta pressione ai loro centrocampisti. Il piglio diverso dei ragazzi ha fatto cambiare la partita”.

Emanuele Rovini:”È stato un goal importante, sono felice per il primo goal ma soprattutto per la vittoria della Pro. Deduco il goal alla mia famiglia ed a Marco, il magazziniere. Siamo un gruppo unito, da quando la Pro ha  cambiato modulo è più compatta e più incisiva davanti”.

Paolo Ghiglione:”Oggi era importante fare punti dopo un inizio che non è andato come volevamo. Era importante fare bene. L’anno scorso ho avuto poco spazio, nella Spal che ha vinto il campionato. Quest’anno sono stato adattato a fare il terzino, sono giovane, devo sempre imparare”.

La squadra riprenderà martedì alle ore 15, la prossima si giocherà domenica a Perugia.

Paolo d’Abramo