Passaggio di consegne ? Entro la fine della settimana, forse

Passaggio di consegne

Passaggio di consegne. L’addio di Umberto e le ore decisive per la cessione societaria. Due notizie relative alla nostra Pro, la prima è la cessione a titolo definitivo di Umberto Germano al Padova, in serie C e con ambizioni di risalita in serie cadetta, già era stato scritto, rappresenta una grave perdita per la maglia bianca, gravissima ma tant’è, nel calcio le certezze sono poche, davvero poche. La seconda notizia è che si entra nel periodo che era stato indicato dal presidente Secondo come decisivo per l’eventuale cessione societaria, potrebbe essere definita entro giovedì la trattativa per il passaggio delle quote, come indicato oggi da lasesia on line e come conferma l’Oracolo sul web nel muro di John, l’Innamorato dagli USA, a lui va il nostro più caloroso in bocca al lupo e se l’Oracolo non è un sosia ci conforta. Passaggio di consegne ? Tante volte in questi mesi erano e sono uscite voci di potenziali acquirenti della Pro, in questo caso – anche o soprattutto in virtù dei tempi che stringono per la programmazione della prossima Stagione – siamo al rettilineo finale, uno sprint che potrebbe portare ad un addio ancora più eccellente, quello del gruppo dirigente che ci ha fatto assaporare la serie B, conservandola per diversi anni. Non sappiamo ora se tutto andrà come sembrerebbe essere predisposto, sono ore delicate e mentre scrivo un amico mi conferma che si tratta d’una cordata d’alto livello e suggerendomi di accendere laiche candeline votive. E non sappiamo neppure se i nomi usciti nei giorni scorsi relativi al prossimo allenatore potrebbero essere stati in qualche modo valutati o discussi con la potenziale futura dirigenza. È questione di giorni, pochi giorni, in un senso o nell’altro.
Nelle prossime settimane per ragioni di potenziamento della struttura on line e di miglioramento del servizio offerto, aleprovercelli.it si sposterà sulle pagine web di eusebiano.it
http://eusebiano.it/
continuerete a leggere sul sito sopraindicato l’Umile cronista, bontà Vostra.
Paolo d’Abramo